• Location: Milano
  • Email: info@simonenera.it

Blog

Fitness e postura corretta

Praticare attività fisica per migliorare benessere e salute è sempre un’ottima idea. Può accadere, però, che i buoni propositi inizino a naufragare dopo le prime sessioni di allenamento a causa di mal di schiena e/o irrigidimento della zona cervicale.

Questi incidenti di percorso sono per lo più dovuti all’esecuzione scorretta degli esercizi e si riscontrano frequentemente nelle esperienze di chi si avvicina al fitness incautamente, senza la supervisione di un esperto.

Fitness e postura corretta: gli errori più comuni

Non è raro incorrere in errori di postura quando si eseguono esercizi di tonificazione  (anche con i pesi), ma vale anche per l’esercizio aerobico.

Spesso il collo è tenuto “incassato”, le spalle si sollevano quando non dovrebbero, il bacino non è allineato e l’addome è rilassato,etc

Tutto ciò non porta all’obiettivo dell’allenamento auspicato ma è anche causa di dolori di varia entità a carico di schiena, spalle e collo.

Quindi, il primo consiglio è di farsi guidare e correggere da un esperto nell’esecuzione di ogni esercizio, anche di quello apparentemente più semplice.

Attenzione alla colonna vertebrale

Quando si esegue un esercizio, è importante tenere sempre la postura corretta di tutta la colonna vertebrale. Infatti, le eventuali problematiche relative al dopo-allenamento hanno origine soprattutto in questa zona.

E’ fondamentale imparare a gestire il proprio corpo durante l’esercizio.

A causa delle fisiologiche e normali curvature della colonna vertebrale, 2 cifosi e 2 lordosi, si individuano zone specifiche e comuni in cui i disturbi possono comparire: il tratto cervicale e il tratto lombo-sacrale.

I danni del compensare

Quando scatta il tipico dolore in fondo alla schiena (zona lombare) dopo aver fatto allenamento, va analizzato immediatamente il modo in cui si è praticato l’esercizio.

Molto probabilmente ci si accorgerà di aver commesso alcuni errori di posizione.

Certamente, gli indolenzimenti sono poi molto fastidiosi da gestire e da far regredire ma non dovrebbero mai dissuadere dal praticare attività fisica. Anzi, l’input è sempre quello di migliorarsi e affidarsi alla guida di un esperto.

Lavorare su una postura corretta significa lavorare sulla mobilità tenendo sempre conto della fisiologia della colonna.

Anche perché un singolo problema in una zona specifica, genera una serie di adattamenti e “accomodamenti” di altre parti corporee, scatenando ulteriori danni per compensazione.

Lasciami un Messaggio
Invia con WhatsApp